Placeholder Hero Musei Civici 2

I Musei Civici

Dal secondo dopoguerra il Castello è sede dei Musei Civici di Pavia, che comprendono la sezione archeologica e altomedievale con gli splendidi reperti romani, goti e longobardi, la sezione Romanica, Gotica e Rinascimentale, la Pinacoteca Malaspina con opere dal XIV al XVI secolo e quella del Seicento e Settecento, una sezione multimediale dedicata alla Battaglia di Pavia, la Quadreria dell'Ottocento, la Collezione Morone, i Paesaggi pavesi del '900, il Museo del Risorgimento e la sezione di Scultura moderna e Gipsoteca, oltre a spazi adibiti ad esposizioni temporanee nella sala "del Rivellino" e nelle Scuderie.

Dettagli e approfondimenti sulle sezioni museali

Gallery

I Servizi

Biblioteca d'arte

La Biblioteca ha un patrimonio scelto di volumi e riviste attinenti a storia dell'arte, archeologia, architettura, urbanistica, numismatica, museologia, beni culturali, conservazione e restauro. La consistenza è di oltre 25.000 volumi. Le riviste, cessate e correnti, assommano a 235 titoli.

I volumi sono catalogati, per autore e per soggetto, con schede in cartaceo fino al 2000 e successivamente sono stati inseriti nel catalogo Unico di Ateneo (OPAC). Si sta anche procedendo alla completa immissione di tutto il patrimonio pregresso nel catalogo informatizzato.

Le pubblicazioni antiche, per rarità, pregio e specificità sono escluse dal prestito, così come quelle di edizione anteriore al 1980. Nella sala di consultazione, posta al secondo piano del castello, funziona un servizio di fotocopiatura a pagamento.

Oltre al patrimonio librario ad indirizzo specialistico, sono presenti le seguenti sezioni: Sezione Pavese, Sezione di Museologia e Museografia, Sezione di Storia (collegata al Museo del Risorgimento), Sezione di Didattica, Sezione di Fotografia.

Contatti

Fototeca e Archivio Chiolini

Tra il patrimonio dei Musei Civici pavesi spicca per consistenza e per interesse la raccolta fotografica, distinta in archivio fotografico storico e archivio corrente.

Il materiale dell'archivio fotografico storico è ordinato in fondi, distinti a seconda del soggetto o della provenienza in collezione. E' conservato nei depositi del Museo e la sua consultazione avviene tramite richiesta. E' composto dai seguenti fondi: Sezione Pavese, Fondo Nazzari, Fondo Risorgimento, Fondo Luigi Robecchi Bricchetti. A questi si è aggiunto nel 2009 l'Archivio fotografico Guglielmo Chiolini, che consta di oltre 880.000 immagini fotografiche tra positivi, negativi e diapositive.

L'archivio corrente raccoglie invece 43.000 immagini, per due terzi delle quali il Museo dispone anche del negativo. Una copia è sistemata in apposite cassettiere nella fototeca, a libera consultazione del pubblico. E' diviso nelle seguenti sezioni: Pavia, Provincia, Italia ed estero, Musei Civici (quest'ultima contiene le riproduzioni dei pezzi delle collezioni museali e delle fotografie dell'archivio fotografico storico).

L'eventuale riproduzione per finalità editoriali o di studio viene effettuata attraverso ditte esterne secondo le modalità stabilite dal regolamento.

Contatti

Direzione, uffici e archivio raccolte

La segreteria e gli uffici sono collocati al secondo piano del castello.

Il direttore e i conservatori ricevono su appuntamento.

Inoltre è disponibile un servizio di consultazione delle collezioni museali attraverso le schede di inventario di tutti i pezzi conservati, esposti o conservati nei depositi.

Si consiglia di contattare i conservatori per prendere appuntamento ed evitare tempi di attesa.

Contatti

Bookshop

Il Bookshop è a disposizione del pubblico presso la biglietteria dei Musei Civici.

Sono in vendita le pubblicazioni dei Musei, altri libri d'arte e guide storico artistiche delle città.

Per informazioni contattare la Biblioteca d'arte.

Contatti