slider Arca

L'Arca nascosta.

Martedì 24 gennaio è stata presentata presso i Musei Civici l'esposizione "L'Arca nascosta. Uno sguardo inedito e ravvicinato all'Arca che conserva le spoglie del Santo", primo evento del 2023 del ricco programma di celebrazioni previsto per la ricorrenza dei 1300 anni dalla traslazione delle spoglie di S. Agostino da Cagliari a Pavia.

Si tratta di un progetto con cui il Comune di Pavia, accogliendo una proposta dell'APS COMPVTER, del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Pavia e dell'agenzia di stampa e comunicazione Pavia Press, intende valorizzare e promuovere il prezioso manufatto del XIV secolo, conservato nella basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, opera dei Maestri campionesi: l'Arca di S. Agostino e, con esso, il binomio Pavia-Sant'Agostino, vero e proprio patrimonio materiale e immateriale della nostra città.

L'esposizione nella sala della Biblioteca Viscontea presenterà al pubblico dettagli dell'Arca riprodotti con le più moderne tecnologie e secondo punti di vista diversi: uno sguardo inedito e ravvicinato per scoprire l'Arca e coglierne aspetti e particolarità difficilmente visibili.

Contributo fondamentale e allo stesso tempo elemento costitutivo dell'esposizione è il libro appena pubblicato a cura di Virginio Cantoni, Mauro Mosconi e Alessandra Setti "L'Arca di S. Agostino. La tecnologia digitale per una fruizione innovativa dell'arte con il coinvolgimento degli

studenti". Il libro illustra i progetti degli studenti del corso di Computer Vision di tre anni accademici, a partire dal 2017/18. L'obiettivo è stato quello di modellare e ricostruire virtualmente l'Arca, per proporre nuove forme di fruizione di un'opera artistica, offrendo punti di vista che l'attuale collocazione della scultura non consente. Contributo altrettanto fondamentale quello di Compvter, l'Associazione di promozione sociale che si è accreditata sul nostro territorio quale spazio di grandi competenze e professionalità in materia di innovazione, tecnologia e attenzione alla divulgazione e promozione della formazione tecnico-scientifica. Compvter ha infatti materialmente realizzato alcuni degli oggetti presenti nell'esposizione: partendo dalle modellazioni tridimensionali di Pavia 3D (in gran parte realizzati da ex studenti del corso), ha rappresentato in

modo virtuale l'arca e i suoi contenuti in modo semplice, interattivo e soprattutto di facile fruizione attraverso:

- un "cubo multimediale, ovvero una struttura che racchiude oggetti di media grandezza che, grazie a un piano rotante, possono essere visti a 360 gradi al suo interno;

- una rappresentazione stilizzata dell'Arca di Sant'Agostino, realizzata su una struttura in legno che ospita un "parallelepipedo", grazie alla quale si possono apprezzare le scene rappresentate nell'Arca con la precisione della tridimensionalità digitale (fatta di software, proiettori e video proiettori) che garantisce notevole grado di spettacolarità.

È prevista inoltre l'esposizione di pannelli cosiddetti lenticolari, di bassorilievi appositamente riprodotti e – ulteriore importante aspetto – di immagini tattili, ovvero la trasposizione delle stampe lenticolari e di due bassorilievi in modo da poter essere fruite ed esplorate anche da persone ipovedenti e non vedenti.

Accanto ai pannelli tattili saranno esposti pannelli in Braille con la didascalia illustrativa degli oggetti, attività queste ultime svolte in collaborazione con l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Lombardia. L'esposizione sarà inoltre arricchita da

materiale fotografico, video e di comunicazione a cura dell'agenzia di stampa e comunicazione Pavia Press che ha anche contribuito all'allestimento.

 

Per informazioni: museicivici@comune.pv.it

Scheda Tecnica Esposizione Arca Nascosta